Risparmi su tutto, metti in pratica diversi consigli per spendere meno, ma i soldi non bastano mai?
Allora fai come me, aggiungi un'entrata extra!!
Con un lavoro divertente e poco impegnativo potrai avere soldi extra.
Per avere maggiori informazioni compila il modulo di contatto sottostante.
Inserisci il tuo nome, una mail alla quale ricontattarti e il motivo della tua richiesta e clicca "invia", in brevissimo riceverai tutte le info che desideri.
Non lasciarti sfuggire l'occasione!

Modulo di contatto

Nome

Email *

Messaggio *

giovedì 12 agosto 2010

10 buoni motivi per non usare l'ammorbidente.

ok, mi son convinta... ho mollato l'ammorbidente.
Fino a qualche mese fa pensavo di non poterne fare a meno, perchè il bucato profumato "a me me piace".
Però mi son resa conto che il profumo del detersivo è più che sufficiente e che anche senza ammorbidente il bucato è abbastanza morbido.
Ho dunque capito che posso far benissimo a meno di questo additivo.

E se anche voi volete provare a vivere senza ammorbidente, ecco 10 buoni motivi per liberarvene!


1° L'ammorbidente inquina
E' uno dei prodotti più inquinanti tra i detersivi domestici.
I cosiddetti "tensiotivi cationici" aggrediscono gli impianti di depurazioni facendoli mal funzionare ed in oltre contiene ingredienti di origine petrolchimica che inquinano l'acqua.

2° E' potenzialmente allergenico.
Non sono un medico o un chimico per darvi la motivazione scientifica, ma è risaputo che più la nostra pelle è sottoposta a sostanze chimiche più la rendiamo sensibile e irritabile e visto che l'ammorbidente è una sostanza grassa che permane nelle fibre del bucato che indossiamo e che il suo profumo è fatto per rimanere a lungo sul tessuto è molto probabile che la nostra pelle ne venga a contatto e in parte assorba queste sostanze che non fanno propriamente bene.

3° Sporca il bucato
Essendo grasso riveste le fibre dei tessuti intrappolando lo sporco e facendo ingrigire i capi.

4° Fa puzzare il bucato
Nonostante lo si usi per profumare il bucato, la sua consistenza grassa impedisce all'umidità di evaporare velocemente e tutti sappiamo che più il bucato rimane umido più probabilità avrà di puzzare di umido.

5° E' una spesa in più
l'ammorbidente ha un costo...e se usato ad ogni lavaggio, questo costo incide nelle finanze domestiche. se possiamo risparmiare evitando di comprarlo, perchè non farlo?

6° Potrebbe rovinare la lavatrice
Sempre per via della sua formula grassa, è molto probabile che l'ammorbidente intacchi le varie parti della lavatrice non facendola funzionare correttamente.


7°Non va bene su tutto
l'ammorbidente, per via del suo intenso profumo, non è adatto a tutto il bucato.
Ad esempio su tovaglie, tovaglioli, asciugapiatti, vestitini da neonato, è meglio non usare questo additivo, e per il fatto che rallenta l'asciugatura, è meglio non usarlo su bucato pesante quale tapeti, pelouche, piumoni.
Questa limitazione in alcuni casi ci costringe a fare lavatrici separate per tipi di bucato che potrebbero pure andare assieme. E per chi come me fa tante lavatrici, avere pure questa limitazione è una scocciatura!

8° E' se ci si scorda di metterlo?
Sembra una sciocchezza, ma ricordarsi di mettere l'ammorbidente è una seccatura!
A chi non è mai capitato di pensare a metà programma della lavatrice "cavolo, ma l'ammorbidente l'ho messo?" aprire il cassetto del detersivo e non capire assolutamente se l'ammorbidente è stato messo perchè nel frattempo (se era stato messo) è sceso nel cestello.
E se per sicurezza lo rimettiamo, non facciamo una cosa furba perchè, sempre ipotizzando che lo avevamo già messo, inquineremo il doppio, ci allergizzeremo il doppio, spenderemo il doppio, sporcheremo il bucato il doppio e così via, insomma... una catastrofe!!!
Se invece scordiamo di mettere l'ammorbidente...non succede assolutamente nulla!

9° Non è indispensabile
A che serve l'ammorbidente? a pulire di più il nostro bucato? no, per quello basta il detersivo
A profumare il nostro bucato? No, per quello basta il detersivo
Ad ammorbidire il bucato? No, per quello basta sempre il detersivo
ergo, l'ammorbidente è inutile.

10° E' sostituibile
E se proprio non potete far a meno dell'ammorbidente, potete usare qualcosa di più naturale e molto meno dispendioso per ammorbidire il vostro bucato.
Ad esempio l'aceto di vino bianco o di mele, eliminano il calcare dall'acqua rendendola più dolce e quindi lasciando il bucato più morbido.
Ne bastano 100 ml nella vaschetta dell'ammorbidente, e il bucato sarà morbido e privo di cattivi odori, l'aceto è un antibatterico ed elimina i batteri che causano i cattivi odori, e tra risciacquo e asciugatura l'odore dell'aceto andrà via lasciando solo quello del vostro detersivo.
In oltre l'aceto pulirà gli scarichi della vostra lavatrice che durerà più a lungo.

Allora?? Vi ho convinti??
Se si, non buttate via il vostro ammorbidente nello scarico del lavandino mi raccomando!!
Chiudetelo bene e portatelo all'isola ecologica della vostra citta!

A conti fatti:
Facendo una media di un flacone al mese di ammorbidente del costo di €2,50, si ottiene un risparmio annuo di 30€

26 commenti:

  1. ok io provo con l'aceto di mele apperna torno dalle ferie... ma sicura che l'odore di aceto non permane????

    RispondiElimina
  2. sicura, al massimo lo senti un pochino quando tiri fuori il bucato dalla lavatrice, ma asciugando non si sente più e profuma! io uso l'aceto bianco di vino al osto dell'ammorbidente da più di due anni.. l'altro giorno mi hanno chiesto pure che detersivo usassi perché aveva un buon odore (notare che io uso un terzo di tappino di detersivo per 7 kg di bucato e l'aceto ;) )

    RispondiElimina
  3. grazie per questo articolo!!in verita' è da prima dell'esate,che ho smesso di comprarlo,soprattutto,per le finanze..non sapevo di tutte queste controindicazioni..l'aceto di mele,è una bella idea!!ci voglio provare:)tante grazie e complimenti!!davvero un argomento utile e attuale!!

    RispondiElimina
  4. io ho scoperto l'efficacia dell'aceto per il bucato quando ho cominciato ad informarmi su come lavare i pannolini lavabili del nostro cucciolo e mi trovo benissimo. Un altro vantaggio è che aggiungendo poche goccie dell'olio essenziale che preferite potete, con poca spesa, dare ai vostri capi un odore diverso a seconda che siano biancheria (per le lenzuola ad esempio un delicato odore di lavanda),vestiti estivi (mi piace un'essenza "marina" che compro in erboristeria) o invernali (per i quali preferisco l'odore del sapone di marsiglia). Le essenze durano tantissimo perchè ne basta poco ad ogni lavaggio e l'odore persiste senza rallentare l'asciugatura. Non credo che questi olii inquinino ma non sono esperta, ho pensato che essendo sostanze naturali non potevano creare problemi. Sbaglio? se qualcuno sa rispondermi imparo una cosa nuova...grazie!!!

    RispondiElimina
  5. Complimenti e stanne certa che lo proverò poi ti saprò dire.Proprio domani mattina devo farne 1a quindi porto giù l'aceto...:D...E grazie a CRy del blog "Idea Verde" che ti ho conosciuta e cn piacere ti seguirò...buona serata

    RispondiElimina
  6. non l'ho mai usato per fortuna...sempre e solo aceto+acido citrico!!!!

    RispondiElimina
  7. Grazie della tua visita, ti seguo da tempo,sei anche nel mio blogroll, mi piacciono tanto le tue idee verdi ed economiche. Grazie. ^___^
    Buon ferragosto.

    RispondiElimina
  8. che cosina interessanto, proverò sicuramente!!

    RispondiElimina
  9. @unacuccia: l'odore dell'aceto dovrebbe svanire....io però un pochino lo sentivo...quindi ho fato che non mettere più nulla e il bucato è pulito, profumato e morbido lo stesso :-D

    @sibia: grazie per le info...è sempre utile sentire il parere di chi usa questi metodi!!

    @elisabetta: sai quante cose si usano e se ne potrebbe far a mano...un sacco di soldini risparmiati!!

    @barbamamma: carina l'idea degli olii diversi a seconda del bucato!

    @Novelina: anche io ringrazio infinitamente CRI per avermi segnalato nel suo blog!!!

    @cinzia: ecco, l'acido citrico so che non lascia odore come l'aceto....dovrei provarlo...si prende in farmacia se non erro...

    @CRI:ciao cri...rigrazie infinite per la segnalazione ^_^

    @balu: si, prova e vedrai che andrà benissimo, risparmierai e difenderai l'ambiente!

    RispondiElimina
  10. devo dire che ci sei quasi riuscita!!!
    sono sempre stata dubbiosa dell'acet oper via dell'odore ma tentar non nuoce!!
    piacere di averti conosciuta ;-)

    RispondiElimina
  11. @Federica: Io non uso nemmeno l'aceto, i panni non mi sembrano poi così duri...

    piacere mio!! ^_^

    RispondiElimina
  12. ottima idea l'aceto con qualche goccia di olio essenziale, ho provato diversi ammorbidenti, ma una volta asciutta la roba non profuma più di nulla...
    Finisco la bottiglia, e poi proverò con l'aceto.
    Grazie per i consigli, davvero molto molto utili!!!

    RispondiElimina
  13. ottimi consigli...è da poco che ho scoperto il trucco dell'aceto e direi che mi trovo benissimo ne metto solo un goccio o altrimenti si sente l'odore ;-)

    RispondiElimina
  14. io ho comprato l'acido citrico su atoma-zone...costa poco..ma le quantità?? come ci si regola?

    p.s. mia mamma ha sempre vietato in casa l'uso dell'ammorbidente: grande maaaaa :D

    RispondiElimina
  15. Interessante! Quando si può risparmiare e migliorare l'ambiente mi si drizzano le antenne

    RispondiElimina
  16. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  17. Meglio l'acido citrico dell'aceto! Inquina meno e non corrode l'elettrodomestico. E si risparmiano tante tante bottiglie di vetro... Basta reperirlo nei negozi di enologia o su ebay, e diluirlo al 15-20% in normale acqua del rubinetto. Prima usavo l'aceto di mele, ora uso l'acido citrico e mi trovo benissimo, anche come risultato in termini di morbidezza. Ciao! marco

    RispondiElimina
  18. Condivido cioè che è già stato detto,l'ammorbidente è assolutamente inutile. L'effetto profumante è solo temporaneo, perchè una volta asciugato il bucato già non profuma più di niente, inoltre l'ammorbidente ha un profumo spesso diverso dal detersivo e quindi i due profumi differenti mischiati insieme fanno un odore secondo me sgradevole. Il detersivo fa da solo un profumo naturale di pulito. Altra cosa, ho notato nelle lavatrici di chi usa ad ogni lavaggio l'ammorbidente che si forma a lungo andare una specie di "melma", in quanto l'ammorbidente non è solubile e si mischia ad eventuali tracimazioni di detersivo residue nella lavatrice.
    L'aceto non rovina affatto né guarnizioni né tantomeno l'acciaio, anzi, le mantiene senza calcare e scioglie il calcare nelle fibre dei tessuti, questo è l'effetto ammorbidente che fa.
    Ho una lavatrice di quasi 10 anni che non ha mai visto una goccia di ammorbidente nella sua vita e dentro sembra nuova.

    RispondiElimina
  19. l'aceto è un ammorbidente naturale

    RispondiElimina
  20. Βrоkеn? You absolutely should cгeatе an аcсount fiгst befoгe you
    can apply virtuallу аny diѕcount coԁes.

    Not create yοur cоnsideration *whіle*
    you are checking out. That wоn't work.

    Feel free to visit my homepage: green smoke coupon Code

    RispondiElimina
  21. Il Silver Wash è l'alternativa all’ammorbidente.
    Gli Ioni d'argento rendono le fibre meno ruvide durante l'asciugatura, i tessuti saranno un po' meno vellutati, ma senza patina grassa, igienizzati sani e freschi per più giorni, rispettando l'ambiente e il portafoglio....

    RispondiElimina
  22. che bell'articolo!!!!
    Io usavo ammorbidenti ecologici,ma da un po' mi sto disintossicando.
    Sto molto meglio! Meno allergia,e bucato più pulito e bianco.
    Quando voglio profumare alcuni capi allora uso essenze naturali,viene super profumato!

    RispondiElimina
  23. Ma l'olio essenziale devo metterlo in lavatrice con il detersivo? son curiosa di provare

    RispondiElimina
  24. Articolo interessante anche se in alcuni punti rimango perplessa... l'aceto lascia odore...e un capo che odora di aceto non è il massimo....; mi ha colpito molto il punto in cui parli del bucato da cucina e dei tappeti e altro per sottolineare il fatto che non potendo mettere l'ammorbidente per via dell'odore si è obbligati a fare più lavatrici e non lavare tutto insieme...beh...le donne della mia famiglia mi hanno sempre insegnato a dividere il bucato della cucina dal resto perché contiene macchie di olio e grassi quindi non vanno mai lavati insieme alla biancheria che indossi!!! Inoltre non so quale ammorbidente tu utilizzassi perché non ho mai sentito le tovaglie così profumate da creare dei problemi..per quanto riguarda i vestiti da neonato beh...a me hanno insegnato che vanno lavati a parte...solo quelli...a temperature diverse dai capi degli adulti...quindi mi chiedo dove siano tutti questi problemi legati all'ammorbidente per quanto riguarda questo punto. Questione allergie? Beh allora non laviamo neanche con il detersivo...anche quello porta allergie...così come gli indumenti colorati..i coloranti del rosso e del nero possono portare forti allergie anche solo con il vapore del ferro da stiro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'aceto non lascia assolutamente odore. Anzi, una volta asciutti i vestiti hanno un bellissimo profumo di pulito. Prima di scrivere almeno potevi provare.

      Elimina
  25. allora, io l'ammorbidente lo uso solo per gli asciugamani e i calzini (faccio lavatrici specifiche per ogni indumento, precedentemente pretrattate a mano così faccio il ciclo breve) ne uso pochissimo, mezzo tappo, che metto insieme al detersivo,anch'esso solo mezzo tappo avendo pretrattato,e non nella vaschettina apposita pocihè facendolo il bucato viene fuori un po' unticcio, appiccicaticcio, denso, fa schifo. Se non volete usare l'aceto mettete una fetta di limone. tutta via il limone costa pure quindi non risparmate un fico secco, fatelo solo per motivi ecologici.

    RispondiElimina

Related Posts with Thumbnails